16.4 C
Napoli
mercoledì, 28 Febbraio 2024
  • La sigla MIT-UCO sulla patente, cosa vuol dire?

    Scopriamo perché la sigla MIT-UCO sulla patente è specialeScopriamo perché la sigla MIT-UCO sulla patente è speciale

    La vita dell’automobilista è costellata di adempimenti, pratiche burocratiche e anche un pizzico di… mistero! Può capitare, per esempio, di trovare delle abbreviazioni non immediatamente comprensibili, come la sigla MIT-UCO sulla patente. Questa abbreviazione, se presente, è riportata alla riga 4c della patente in formato carta di credito. Si tratta degli acronimi di Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Ufficio Centrale Operativo.

    La riga 4 e la sigla MIT-UCO sulla patente

    La patente elettronica riporta le informazioni essenziali in varie righe. Nella 1 troviamo il cognome, nella 2 il nome, nella 3 la data e il luogo di nascita e nella 5 il numero della patente stessa. La riga 4 è composita e indica alla voce 4a la data di rilascio, la 4b è destinata alla data di scadenza e la già citata 4c indica ‘chi’ l’ha rilasciata. L’ente che la rilascia può essere una sezione della Motorizzazione, una Questura o un altro ufficio competente. Nel caso la patente sia stata emessa, per esempio, dalla Motorizzazione Civile di Torino allora il codice alla riga 4c sarà la sigla MCTC-TO.

    La sigla MIT-UCO sulla patente dice che è stata smarrita

    L’unico caso nel quale si può avere la sigla MIT-UCO sulla patente è quando si tratta non di un originale ma di un duplicato. Il duplicato è ovviamente equivalente ad una patente ottenuta nella maniera classica ma viene ottenuto a seguito di una denuncia di deterioramento, furto o smarrimento del documento originale. Facendo seguito alla denuncia la Polizia chiederà il duplicato e la sigla MIT-UCO sulla patente espliciterà il fatto che il duplicato è stato emesso dall’Ufficio Centrale Operativo del Ministero. Quindi indipendentemente dalla residenza dell’automobilista l’unico ente che rilascia duplicati della patente è il MIT UCO di Roma.

    La tempistica per ricevere il duplicato

    A seguito della denuncia di smarrimento o deterioramento si mette in movimento una trafila burocratica che si concluderà con il recapito, al domicilio dell’intestatario, del duplicato della patente originale. La Polizia rilascerà un foglio provvisorio di circolazione che sostituisce temporaneamente la patente di guida e la pratica verrà inviata all’Ufficio Centrale Operativo che impiegherà un massimo di 45 giorni per il rilascio e l’invio del duplicato al domicilio del richiedente. C’è da dire che spesso l’attesa è più breve e quindi vedremo prima dei 45 giorni la sigla MIT-UCO sulla patente duplicata. Se il duplicato tardasse ad arrivare ci si può rivolgere al Numero Verde 800/232323 o alla mailbox uco.motorizzazione@mit.gov.it e chiedere informazioni. Ricordiamo, infine, che la sigla MIT-UCO sulla patente non è l’unica diversità: vedremo infatti che il numero di serie della patente sarà preceduto dalla sigla UCO e la voce 12, sul retro del documento, avrà il codice 71.

     

    Nicodemo Angì

     

     

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie